logo di Python
Blog > Python

A cosa serve Python?

Python è il linguaggio di programmazione più in crescita al mondo negli ultimi anni, data la facilità con cui è possibile impararlo, i suoi infiniti utilizzi e grazie anche al fatto che è completamente gratuito da installare e utilizzare; è infatti possibile servirsene senza restrizioni di copyright. 

Un altro suo pregio è la “portabilità”, si può utilizzare quindi su diverse piattaforme come Windows, iOS, Linux e cellulari Android.

Perché se ne parla tanto?

Deve la sua fortuna proprio al fatto che essendo semplice da apprendere e allo stesso tempo molto potente (viene usato da aziende come Google, NASA, Yahoo, YouTube e Instagram – come viene raccontato dagli sviluppatori stessi anche nel blog Instagram Engineering·Stories from the people who build @Instagram ), si è potuto diffondere più degli altri linguaggi di programmazione; 

L’insieme di caratteristiche come semplicità, popolarità e potenza rende la programmazione in Python molto intuitiva e scorrevole.

È integrabile con altri linguaggi (C++), per fare cose che non potrebbero essere fatte direttamente in Python, come servirsi delle librerie di altri linguaggi, si dice per questo che sia “responsive”.

Che cosa sono le librerie?

Le librerie sono gli strumenti fondamentali del linguaggio: raccolte di funzioni e metodi con cui si possono svolgere delle azioni, senza dover scrivere il codice ad ogni passo.

Con l’installazione di Python puoi utilizzare fin da subito la standard library, oltre 200 moduli per svolgere diversi compiti, come ad esempio l’interazione con il sistema operativo e il filesystem, o la gestione di diversi protocolli. In aggiunta, il Python Package Index permette di installare migliaia di moduli aggiuntivi creati e mantenuti dalla comunità.

Il linguaggio Python ha molteplici campi di impiego: Data Science, intelligenza artificiale, sviluppo di siti web e applicazioni, amministrazione di sistemi, creazione di bot, calcoli scientifici e, tra i più importanti, l’automazione di compiti o azioni ripetitive e noiose, come per esempio aggiornare i dati nei fogli Excel, aiutandoci così a risparmiare ore passate

Questo ha portato alla nascita di una community numerosissima di appassionati e professionisti, che lo utilizza e si riunisce in forum e blog per discutere dei suoi impieghi e per offrirsi a vicenda soluzioni per i vari esercizi o progetti. La comunità può contribuire allo sviluppo stesso del linguaggio poiché open source.

Nel pre-corso del nostro Master studieremo librerie di Python fondamentali come NumPy, la principale libreria per la matematica che serve per le funzioni principali del Machine Learning, la libreria Pandas per la Data Analysis e l’importazione di dati, e la libreria Matplotlib per la Data Visualization che consente di creare moltissimi grafici e per questo interpretare le informazioni celate nei dati.

Studiando Python ti confronterai con uno strumento sempre più indispensabile nel mondo del lavoro, renditi a prova di futuro!

Fai Application qui